Intuizione: il potere dell’anima

Oltre la ragione, oltre la logica, oltre le convinzioni dettate dall’esperienza. L’intuizione è la facoltà che apre la porta alla visione interiore 

A cura di Vittorio Prina, docente di processi intuitivi 13 Apr 2017
Intuizione: il potere dell’anima

Da qualche parte, nascoste dal tempo che ancora le separa da noi, esistono soluzioni, risposte e verità a quelli che sono i nostri più profondi bisogni, le nostre più importanti necessità. Qualcosa di così illuminante in grado di farci vedere possibilità inedite e realtà mai considerate fino a quel momento. Queste verità sono tutte lì, alla portata di chi riesce a coglierle, di chi riesce a percepirle, ma non possono essere comprese attraverso l’uso del raziocinio o della logica e nemmeno facendo ricorso alla propria formazione culturale, anzi, quest’ultima, non di rado, si dimostra essere uno degli elementi più frenanti. 
Per entrare in contatto con queste nuove esperienze occorre sviluppare e affinare una speciale qualità, è necessario saper predisporre il “canale” attraverso il quale queste “visioni” possano emergere da quella nascosta dimensione dove risiedono, fino a prendere forma nella nostra coscienza di superficie. 
Stiamo parlando di quel misterioso fenomeno noto con il nome di “intuizione”, un momento di rara e intensificata consapevolezza dove tutto diventa chiaro, tutto trova un senso. Quando sopraggiunge, i dubbi, le incertezze e le frustrazioni di una ricerca infruttuosa si dissolvono completamente lasciando spazio alla tanto agognata soluzione che si presenta spontaneamente e con estrema chiarezza all’occhio della mente. L’intuizione è  il linguaggio utilizzato dall’anima per mostrarci ciò che la sola ragione non è in grado di avvicinare. 

RAGGIUNGERE L’ARMONIA
È una delle funzioni più importanti di cui si possa disporre, una qualità latente in ognuno di noi, ma anche una delle meno sviluppate. Per manifestarsi le occorre un terreno adatto, quello che viene definito come “stato intuitivo”, il canale di cui abbiamo accennato nelle righe precedenti. Lo stato intuitivo si forma attraverso l’influenza di precise condizioni psicocorporee, cioè quello stato di armonia che si raggiunge quando tutte le parti che costituiscono il nostro insieme, corpo e mente, appunto, interagiscono correttamente tra loro. 
Quando cominciamo ad armonizzarci, la nostra parte profonda inizia a dialogare con quella di superficie. È così che iniziamo a “vedere”. 
Ecco quindi che la condizione basilare per far emergere dall’inconscio profondo intuizioni fondamentali passa, necessariamente, per la via del benessere. 
Un esempio servirà per chiarire. Lo stato intuitivo è paragonabile ad una radio in grado di captare i segnali provenienti dall’etere, una stazione ricevente per intenderci, e come per una radio le cui frequenze si possono ricevere solo se sussistono le giuste condizioni tecniche e ambientali, la qualità di ricezione dello stato intuitivo dipende dalla momentanea predisposizione psicofisica della persona. 
Fattori psicologici quali, convinzioni, assolutismi, certezze e, comunque, tutto ciò che fa parte della nostra costituzione mentale o fattori fisici quali tensioni muscolari, respirazione sbagliata, fretta e insofferenza, sono tutti elementi inquinanti per il buon esito del risultato finale. 
Tuttavia, una volta acquisito e perfezionato, con il giusto esercizio e tecniche appropriate, lo stato intuitivo diventa parte di noi, andando ad occupare una zona profonda del nostro essere. Ci accompagnerà per sempre e sarà un prezioso e infallibile alleato per gestire al meglio ogni capitolo della nostra vita.
L’abbassamento dei ritmi d’onda cerebrali, cioè la capacità di auto indursi in uno stato di profonda calma mentale, è un altro punto fondamentale nell’economia del processo intuitivo, ma da solo non può bastare, poiché in campo vi sono altre forze che, lavorando sotto lo strato della coscienza, possono rallentare, bloccare o ancora peggio aberrare il risultato finale, facendoci “vedere” solamente le cose che riusciamo a far entrare, le sole che siamo in grado di accettare. In pratica, tutto ciò che non destabilizza il nostro sistema di credenze e le convinzioni essenziali. Il processo intuitivo resta un discorso piuttosto articolato che non può esaurirsi in queste righe, ma due cose importanti vanno ancora dette. La prima è che questa speciale facoltà non è, così come qualcuno potrebbe pensare, qualcosa di astratto, un trattato di filosofia per intenderci, ma una pratica reale e concreta che se utilizzata nella vita di tutti i giorni è realmente in grado di farci varcare i confini delle costrizioni mentali che noi stessi ci siamo creati, per aprirci a possibilità di così ampia portata a cui non si possono attribuire veri e propri limiti. 
La seconda è che tutto ciò è possibile per ognuno di noi. Il processo intuitivo può essere appreso e impiegato in maniera cosciente e deliberata. È come un muscolo, dobbiamo prima conoscerlo, sapere come é fatto e poi adoperarlo se vogliamo che si sviluppi.

DBN Magazine Partner

Articoli correlati

  • Intuizione: il potere dell’anima Piedi di fata

    Siamo sinceri dopo le vacanze quelli che ci ritroviamo sono soprattutto piedi di fauno. Lasciarsi andare a ritmi e stili di vita naturale trasforma fatalmente i piedi in solette di spesso cuoio, estremamente performante se si desidera camminare a piedi nudi nel bosco, un po' meno belli però da esibire o da accarezzare

  • Intuizione: il potere dell’anima Strategie anti caldo

    L'impietoso sole di luglio mette a dura prova il nostro benessere: di giorno stare sotto il sole è un tormento, la sera a casa i muri si trasformano in enormi stufe. Chi non può abbandonare la città per andare al mare o in montagna al fresco deve imparare a giostrarsi al meglio per mantenere un decente standard di vita.

  • Intuizione: il potere dell’anima L’arte di armonizzare l’acqua dell’uomo

    Quali sono gli effetti del suono prodotto con le Campane Tibetane e altri strumenti rituali? Un profondo stato di rilassamento e una riduzione dei segnali di stress. L’esperienza del “Gruppo Benessere AMOP”

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web