Alla scoperta del vero burro cacao

Prezioso alleato per le labbra, specie durante le stagioni più fredde, le preserva da screpolature e disidratazione. Non tutti i burro cacao sono però uguali. Leggere l'elenco degli ingredienti aiuta a scegliere i migliori e più naturali

A cura della redazione 05 Nov 2017
Alla scoperta del vero burro cacao

INGREDIENTI DA CERCARE

Theobroma cacao: è il burro cacao e se ha dato il nome al prodotto ci sarà un motivo. Estratto dai semi di cacao, è idratante, protettivo, lenitivo. È ricco di fitosteroli con azione antinfiammatoria e alcuni di loro hanno anche un buon potere antiossidante. Contiene anche vitamina E e K.

Butyrospermum parkii: è il burro di karité, insuperato burro vegetale per l'alto contenuto di insaponificabili, preziosi per la pelle. Fra questi spiccano le antiossidanti catechine, le stesse del tè verde, che tengono a bada i radicali liberi. Oltre a questo idrata, lenisce e protegge.

Olio di ricino: apprezzato negli stick per labbra per la sua viscosità. È composto soprattutto da acido ricilinoleico, emolliente e surgrassante.

Cera alba: è la cera d'api che protegge, ovviamente, e idrata, ma è anche ricca di preziosi composti come la propoli con funzione antisettica.

Cera carnauba: è una cera vegetale che si ricava dalle foglie di una palma (Copernicia prunifera), che durante la stagione arida, sono protette da un sottile strato di cera.

Cera candelilla: è una cera vegetale ricavata da una pianta originaria del Messico. Dura e resistente ricopre come una patina le foglie.

Vitamina E: è un antiossidante e impedisce agli oli e ai burri di irrancidire, ma svolge la sua preziosa azione anche sulla pelle proteggendola dai radicali liberi. In più ha un effetto idratante

INGREDIENTI DA EVITARE

Paraffinum: una miscela di idrocarburi che deriva dal petrolio. Certo protegge, ma non nutre e non è biodegradabile.

Petrolatum: È la vaselina, un derivato dal petrolio come denuncia il nome in etichetta, i suoi difetti sono quelli della paraffina.

Cera microcristallina: è una cera ricavata per distillazione frazionata dal petrolio. È molto comoda per i cosmetologi perché ha un punto di fusione certo, ma anche in questo caso addio nutrimento e biodegradabilità

BHA e BHT: sono antiossidanti e impediscono agli oli e ai burri di irrancidire. Peccato però che siano composti fenolici che possono interferire con il sistema ormonale

DBN Magazine Partner

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web