Ribes nero: soluzione antiallergica

Il ribes nero (Ribes nigrum) appartiene alla famiglia delle Sassifragacee. Noto in antichità per le sue decantate potenzialità afrodisiache ed epicuree (proprio per il suo colore nero, veniva associato alla cura dei distrurbi di tipo depressivo, ad esempio per la malinconia, la cui radice greca significa appunto "bile nera") e abbandonato sino a metà dell'Ottocento, epoca in cui ritorna in voga anche come rimedio naturale fitoterapico.

A cura della redazione 26 Oct 2017
Ribes nero: soluzione antiallergica

Il ribes nero è conosciuto per le sue proprietà essenzialmente antistaminiche e antinfiammatorie-decongestionanti. Un'azione molto simile a quella del cortisone, senza però le controindicazioni del collega, abituale base per i preparati antiallergici. Ricco di oli essenziali, flavonoidi e glicosidi, il ribes nero agisce come stimolante naturale sulle ghiandole surrenali, coadiuvandole nella produzione di cortisolo. 
Indicato nei casi di rinite allergica e cronica, asma bronchiale e bronchite, laringite, faringite, dermatite e congiuntivite, stimola le difese del sistema immunitario e aiuta a contrastare stanchezza e gelate invernali. Ha inoltre un’azione immunostimolante, combatte la stanchezza e aumenta la resistenza al freddo al fine di prevenire malattie influenzali. Alza infatti la pressione ed è questa l'unica controindicazione, per chi soffre di ipertensione arteriosa.

ASSUNZIONE

Il ribes nero, come gran parte dei rimedi naturali, non essendo un concentrato di sintesi chimica, ha effetti naturalmente più blandi del corrispettivo agente di sintesi che ritroviamo nei medicinali (il cortisone). Si consiglia quindi l'assunzione a partire dal mese precedente la stagione delle allergie. Il suo utilizzo avviene sotto forma di gemmoderivato o macerato glicerinato, dunque in soluzione liquida con acqua, alcol e glicerina, ottenuta dalle parti vegetali fresche come germogli e gemme, radici, linfa e sementi.

RIBES NERO SOLUZIONE (macerato glicerinato delle gemme)

Una volta ottenuta la soluzione, si consiglia di assumerne per una persona adulta 40-50 gocce per 2 volte al giorno. Meglio alla mattina, a colazione e a metà pomeriggio, quando le ghiandole surrenali sono pienamente attive. Per i bimbi ne occorrono solo 5-10 gocce a metà mattina. 
Curiosità utile: proprio come per il mirtillo, il succo delle bacche di ribes nero ha una certa efficacia per chi soffre di fragilità capillare: basta un cucchiaino con un po' d'acqua di prima mattina, a stomaco vuoto.

DBN Magazine Partner

Articoli correlati

  • Ribes nero: soluzione antiallergica Imperdibili bacche di Goji

    Ultimamente le si ritrova dappertutto: nelle tisane, nelle barrette, nei succhi, nelle marmellate e perfino nelle creme antietà. La ragione di tanto successo sta nella eccezionale quantità di antiossidanti di questo superalimento

  • Ribes nero: soluzione antiallergica Etichetta trasparente: escina

    L'Escina è uno dei principi attivi dell’ippocastano ed è composta da un insieme di saponine grezze, tra cui la Beta-Escina, che è la principale molecola responsabile degli effetti vasoprotettori. Viene estratta dalla corteccia, dalle foglie e dai semi (dove risiede la concentrazione maggiore del principio attivo) dell’ippocastano (Aesculus Hippocastanum).

  • Ribes nero: soluzione antiallergica Presentazione libro "Botanica. Viaggio nell'universo vegetale"

    28 novembre, Ravenna
    Stefano Mancuso, botanico, tra le massime autorità mondiali nel campo della neurobiologia vegetale, ci accompagna in un sorprendente viaggio tra i segreti della Natura.

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web