Passo dopo passo... In camminata nordica

Camminare, attività ritenuta da molti noiosa e ripetitiva, sembra aver trovato nuovi adepti grazie all’aiuto rappresentato dai bastoncini: uno sport sano, tra beneficio fisico e contatto con la natura.

A cura della redazione 13 Oct 2017
Passo dopo passo... In camminata nordica

 Il Nordic Walking o camminata nordica con i bastoncini nasce negli anni ‘30 nei paesi scandinavi. In Italia è arrivata negli anni ‘60. Da allora questa disciplina si è diffusa un po’ ovunque: si pratica all’aria aperta, impegna, si dice, l’80% della muscolatura, fa bene a cuore e circolazione, rafforza le braccia e le spalle, oltre alle gambe, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. Il Nordic Walking rispetto alla normale camminata con i bastoncini (trekking) si differenzia sostanzialmente per l’altezza del bastoncino che è regolata dall’ampiezza del passo. L’andatura, se mirata a un consumo di grassi, sarà medio-lenta. Se invece è rivolta all’agonismo vengono usate le varianti sportive: corsa, balzi, saltelli, skating sempre con i bastoncini. Per quanto riguarda il terreno, recenti studi evidenziano che su quello pianeggiante l’uso corretto dei bastoncini aumenta il consumo calorico, mentre in salita, a pari consumo energetico il fisico si affatica di meno. I punti forti del Nordic Walking sono: coordinazione, che è simile alla tecnica classica dello sci di fondo e quindi utile sia ad agonisti sia ad amatori e ragazzini che iniziano a sciare. Impiego dell’80% della muscolatura: nel Nordic Walking viene allenata quasi la totalità della muscolatura. Postura: la posizione eretta del corpo è utile per prevenire (nei giovani), ma anche per curare, i problemi alla colonna vertebrale e mantenere il diaframma alla massima capacità di incamerare ossigeno. Importante l’uso del bastoncino, che ha la funzione di spingere o comunque non servire solo per appoggio.
Il lavoro attivo delle braccia e del piede favorisce la circolazione sanguinea e il trasporto di ossigeno, funzionando da pompa. Il Nordic Walking è indicato per chi soffre di dolori cervicali, alla schiena, per chi deve calare di peso, per i diabetici e per la riabilitazione post infortuni. La Scuola Italiana Nordic Walking, fondata da Pino Dellasega e Fabio Moretti, che divulga il Nordic Walking originale finlandese in Italia, ha attualmente 1800 istruttori dislocati un po’ su tutto il territorio nazionale. Camminare con i bastoncini è invece un’attività sportiva sana e naturale che può essere praticata ovunque, e a tutte le età. Si cammina da soli o in compagnia, in silenzio o chiacchierando; per ritrovare o ascoltare sé stessi nel silenzio meditativo della natura, o semplicemente per evadere anche solo qualche ora dal logorìo della vita metropolitana e per eliminare un po’ di stress.

A cura di Annalena Cocchi

Operatore Shiatsu Accademia Italiana Shiatsu Do e Istruttrice Nordic Walking Firenze A.S.D.

DBN Magazine Partner

Articoli correlati

  • Passo dopo passo... In camminata nordica Un'antica storia di colori naturali

    Conosciute e adoperate sin dalla preistoria, le piante tintorie costituiscono una riserva di coloranti naturali poco utilizzata nel ciclo produttivo industriale per via della bassa resa produttiva, ma altamente conveniente per l’impatto ambientale e per la salute. L’attuale Politica Agricola Comune (PAC) ne promuove l’utilizzo e lo sviluppo con piani di produzione multifunzionale, mirati ad evitare il sovrasfruttamento di una risorsa / prodotto in un unico comparto produttivo (ad esempio le piante officinali come mera produzione alimentare). Anche per questo motivo, la superficie di terreno agricolo convertita alle erbe officinali, soprattutto in aree ad agricoltura avanzata, è in aumento e si stima che interessi circa 70.000 ettari del territorio europeo dei quali, secondo i dati forniti dall’ultima grande ricerca IFOAM (2008), 29.054 ettari sarebbero condotti secondo le regole dell’agricoltura biologica. In Italia, le specie maggiormente coltivate sono frassino da manna, iperico, lavanda, liquirizia e menta piperita.

  • Passo dopo passo... In camminata nordica Etichetta trasparente

    Sono sempre più diffusi gli agenti chimici nell’utilizzo cosmetico per la preparazione dei prodotti. Un cosmetico biologico certificato garantisce naturalmente l’assenza di alcune sostanze, di solito presenti in etichetta nei cosiddetti prodotti convenzionali, che possono avere spesso effetti non proprio benefici sulla nostra salute. Impariamo a conoscerli poco per volta, secondo la nomenclatura INCI, standandard di riferimento per il labeling cosmetico.

  • Passo dopo passo... In camminata nordica Pareti naturali... E vini mordenti

    A partire dagli anni Settanta del cosiddetto Secolo Breve, con la nascita dei movimenti sociali post 1968 e lo sviluppo di una coscienza ecologica, anche nel settore edilizio si è sempre più diffuso l’utilizzo di coloranti naturali.

Contatti

Via Taormina, 11 - 20159 Milano
Mobile: 3927293728

Resta in contatto:

Informazioni:

Copyright © NaturalMag. Tutti i dirittti sono riservati.
E' vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione della casa editrice.
Designed by Movie&Web